In seguito all’esplosione del Covid-19, a marzo del 2020, il mondo è senza dubbio cambiato, e noi di conseguenza abbiamo imparato a trasformarci e trasformare tanti aspetti della nostra vita. Tra i vari cambiamenti, non si può evitare di menzionare i team building digitali, che negli ultimi mesi hanno sostituito quelli in presenza.

Scopriamo dunque di più su questi eventi fondamentali per la coesione aziendale e vediamo alcune idee per dei team building da remoto efficaci e divertenti.

Team building digitali: di cosa si tratta?

Un team di persone affiatate e un gruppo di lavoro solido e allineato, nonostante la distanza fisica, sono fondamentali per garantire il benessere lavorativo all’interno dell’azienda e riuscire a raggiungere grandi risultati e importanti obiettivi a livello aziendale.

I team building sono proprio l’insieme di tutte quelle attività che aiutano a creare un gruppo di lavoro in cui i rapporti tra i colleghi siano all’insegna della fiducia e della collaborazione reciproche. In seguito alle attività di team building, il gruppo di lavoro dovrebbe essere capace di collaborare e comunicare in maniera efficiente, ben consapevole dei punti di forza di ogni suo membro, in modo da riuscire poi a superare qualsiasi ostacolo in maniera serena. 

È proprio per questo che i team building sono ancora più importanti quando i colleghi lavorano insieme da remoto, in smart working, senza avere quasi mai l’occasione di incontrarsi di persona. Così sono nati i team building digitali: il feedback generalmente è molto buono, gli eventi sono apprezzati e ritenuti in grado di centrare perfettamente l’obiettivo.

Esistono moltissimi tipi di eventi, che possono essere organizzati su base settimanale, mensile, annuale, che possono essere svolti dal team contemporaneamente oppure in modalità asincrona, che hanno un mero scopo ludico oppure una finalità più pratica. 

Come scegliere, allora, che cosa fare per il proprio team building digitale? Bisogna prima di tutto ricordare che ogni team è diverso e ha diverse necessità. Il primo passo, quindi, è analizzare i punti forti e i punti deboli del proprio gruppo di lavoro per trovare l’attività perfetta. Potrebbe essere qualcosa di inaspettato, per portare tutti a uscire dalla propria comfort zone, oppure un appuntamento fisso per creare una routine condivisa. In ogni modo, dev’essere un’esperienza arricchente per tutti i partecipanti, che riesca a costruire delle basi solide all’interno del team. 

Sei idee per i team building da remoto

  1. Pranzo o aperitivo di team: i momenti conviviali e informali, al di fuori dalle dinamiche lavorative, sono sempre quelli che riescono a unire di più le persone. Ognuno può collegarsi dalla propria postazione di lavoro con un piatto di pasta o un bicchiere di vino (l’azienda può eventualmente anche organizzare un vero e proprio catering con consegna a domicilio) e chiacchierare con i colleghi del più e del meno. 
  2. Quiz e giochi: le domande possono essere su uno specifico tema concordato insieme oppure personali, in stile rompighiaccio per conoscersi in modo più approfondito: piatto preferito, serie tv che si sta guardando in quel momento, concerto più bello a cui si è mai stati, routine della mattina, ecc. Eventualmente si possono inserire anche piccoli premi.
  3. Approfondimenti: mensilmente si possono organizzare delle riunioni di approfondimento su un determinato tema connesso alla sfera lavorativa, ma trattato in maniera meno didattica. Si può quindi organizzare la visione di un film o documentario, il confronto su un particolare libro o si può invitare un esperto a parlare dell’argomento.
  4. Lezione o corso: è anche possibile organizzare vere e proprie lezioni, da seguire insieme, da remoto, su un argomento totalmente non inerente al lavoro, ad esempio una lezione di cucina oppure di yoga.
  5. Musica: è possibile creare tutti insieme una playlist musicale con le canzoni più adatte per lavorare e ascoltarla contemporaneamente, come se ci si trovasse in ufficio e si accendesse la radio.
  6. Chat: una chat del team, se non se ne abusa, può essere uno strumento semplice e immediato per restare in contatto. Ci si possono scambiare foto delle rispettive scrivanie, link su argomenti interessanti, gif divertenti e raccontarsi aneddoti simpatici. 

Come muoversi nel momento dell’organizzazione?

Abbiamo visto alcune idee per organizzare eventi di team building digitale: ma come fare per organizzarli al meglio?

Prima di tutto, bisogna valutare quali siano i supporti e le piattaforme più adatte al proprio scopo: oltre a un computer con una buona connessione internet, si possono utilizzare chat Whatsapp, playlist musicali su Spotify, o si possono organizzare riunioni su Teams, Slack o Trello, che hanno svariati tools anche legati alla dimensione più ludica e ricreativa.

Dopodiché, è necessario capire se si dispone di tutti gli strumenti per organizzare l’evento perfetto o se potrebbe essere utile farsi aiutare da agenzie specializzate nella creazione di eventi digitali. Johannes è in grado di creare delle piattaforme online totalmente personalizzabili, per rispondere a tutte le necessità, anche attraverso l’utilizzo del 3D, dello streaming e di attività di gaming estremamente coinvolgenti.