Instagram è senza dubbio uno dei social network più utilizzati al giorno d’oggi, e anche per le aziende è diventato fondamentale ricavarsi il proprio spazio su questo canale per poter comunicare con il proprio target di riferimento, in particolare con quello più giovane. I post e le stories di Instagram non sono soltanto un passatempo divertente: sono infatti anche una finestra fondamentale per restare in contatto con i propri clienti, per annunciare le novità, per mantenere un dialogo attivo con la propria audience e far notare la propria presenza sul mercato. 

Per questo moltissimi brand hanno sviluppato una comunicazione ad hoc, servendosi dei vari tool messi a disposizione dalla piattaforma, in particolare dei filtri, per fare marketing. Quella dei filtri, soprattutto, costituisce una grande potenzialità comunicativa per le aziende: è infatti possibile creare dei prodotti digitali completamente customizzati o utilizzando la realtà aumentata, ma bisogna saperli utilizzare nel modo corretto. 

I filtri di Instagram come strumento di marketing

Lo strumento dei filtri è molto efficace, perché immediato e disponibile per tutti gli utenti, ed è interattivo e coinvolgente, dunque estremamente virale e adatto alle strategie di marketing.

Per questo è diffuso oggi tra le aziende l’utilizzo di filtri personalizzati e brandizzati con loghi e claim, in particolare i filtri in realtà aumentata: si possono trovare sulla pagina Instagram dell’azienda e ogni utente che lo desidera potrà selezionarli e provare ad utilizzarli per le proprie stories. Il fatto che vari utenti possono usare e condividere il filtro personalizzato li renderà parte attiva nella comunicazione, contribuendo a diffondere il brand quasi come un influencer e a creare un sempre maggiore livello di engagement

Ci sono tantissime opzioni per creare un filtro aziendale: dai più semplici in 2D fino a quelli in 3D che utilizzano tecnologie come il face tracking per far comparire oggetti e scritte. Naturalmente, per un’azienda è importante mantenersi coerente con la propria brand identity, puntando però sulla creatività per non scadere nel banale o nella semplice marketta.

STAR: il nuovo servizio firmato Johannes per creare filtri personalizzati in realtà aumentata

Johannes, sempre attenta alle ultime tendenze in fatto di social, ha creato una nuova unit, STAR (Stunning Augmented Reality), che ha proprio lo scopo di ideare filtri personalizzati per le aziende attraverso la tecnologia della realtà aumentata da utilizzare su tutti i social network di un brand. 

STAR mette a disposizione tre diversi pacchetti di filtri personalizzati, ad esempio con loghi o claim dell’azienda:

  • basic filters, che forniscono overlay in 2D come loghi, face tracking, cornici digitali, ecc. per personalizzare qualsiasi porzione dello schermo si desideri
  • premium filters che forniscono, oltre alle opzioni dei filtri basic, anche modelli 3D animati e la possibilità di interagire tramite la tecnologia del face tracking
  • exclusive filters che forniscono, oltre alle opzioni basic e premium, modelli 3D animati che interagiscono anche tramite gestures (ad esempio movimenti del volto, della bocca, degli occhi ecc).

Inoltre, insieme al filtro verrà fornito anche un report analytics, cioè dati settimanali e mensili inerenti l’andamento del filtro, che comprendono le impression, le condivisioni e le acquisizioni, per tenere monitorate le performance della pagina aziendale e regolarne di conseguenza la comunicazione.