Nell’era del digitale ci siamo forse dimenticati di come si fa marketing fisicamente? Una domanda alla quale molti risponderebbero in modo affermativo, data la diffusione ormai capillare degli strumenti digitali. La realtà, però, è molto più sfaccettata e complessa di come appaia e il lato fisico del marketing è stato di recente molto rivalutato, tanto da dar vita a un curioso quanto efficace neologismo: phygital marketing. Si tratta di un termine nato dalla fusione delle parole physical (fisico) e digital (digitale) e indica l’insieme di azioni che un brand mette in atto per integrare il mondo fisico e quello digitale. 

La ragione del crescente successo del phygital marketing è molto semplice: con l’aumento della concorrenza digitale, le aziende devono trovare altre modalità, oltre a quelle online, per distinguersi dai competitor. E il modo migliore per farlo consiste nell’offrire ai propri clienti – o potenziali tali – di vivere esperienze uniche legate a uno specifico brand; digitali, certo, ma anche fisiche.

I fattori chiave del phygital marketing

Integrare mondo fisico e dimensione digitale è una sfida avvincente, che sempre più aziende sono disposte a raccogliere per migliorare la propria visibilità e avere così maggiori possibilità di ampliare il bacino di potenziali clienti.

Ma come si organizza una strategia di phygital marketing?

Innanzitutto bisogna considerare gli elementi caratterizzanti di questa nuova modalità di fare marketing, che sono generalmente conosciuti come le “3 I”:

  • immediatezza: ci sono tempi e modi ben precisi durante i quali mettere in atto le azioni phygital;
  • immersione: il phygital marketing prevede un coinvolgimento totale degli utenti, invitati a vivere un’esperienza realmente immersiva;
  • interazione: il phygital marketing prevede un’interazione bidirezionale tra brand e cliente, creando così un dialogo speciale che si rafforza proprio attraverso l’esperienza fisica.

Oltre a questi tre punti cardine, per impostare una strategia di phygital marketing c’è bisogno di alcuni strumenti indispensabili:

  • lo storytelling
  • la customizzazione
  • la community
  • la gamification

Consideriamoli uno per uno.

Gli strumenti del phygital marketing

L’importanza dello storytelling dal punto di vista del marketing consiste nel fatto che, avvalendosi di questo strumento, si riesce a catalizzare l’attenzione del proprio pubblico. Infatti, al giorno d’oggi il potere suggestivo del racconto, della narrazione, è più forte che mai. 

Per fare un esempio pratico, integrare lo storytelling in una strategia di phygital marketing significa, per un’azienda che si occupa di articoli sportivi, riportare le storie di grandi atleti, le loro gioie e soddisfazioni ma anche i momenti bui e le sconfitte, creando così quel pathos necessario per instaurare un legame tra il brand e il pubblico cui si rivolge.

L’engagement emozionale è uno degli aspetti determinanti anche per la customizzazione dell’esperienza di acquisto, fondamentale per le azioni di phygital marketing. Come realizzarla concretamente? Per esempio permettendo al cliente di personalizzare ogni aspetto del prodotto che intende acquistare, dalle finiture al packaging. E se a molti può sembrare una possibilità remota, saranno stupiti nell’apprendere che è già realtà: alcuni brand, infatti, offrono l’opportunità di recarsi nei negozi fisici e scegliere, in base ai propri gusti ed esigenze, un prodotto totalmente taylor made.

Un altro strumento molto importante per il phygital marketing è la community, ossia l’insieme delle persone che hanno in comune interessi ed esperienze, magari legati proprio a uno specifico marchio. In questo caso, l’intento dell’azienda è trasformare, implementando il concetto di community, i clienti in veri e propri brand ambassador che, sia a livello fisico che sul piano digitale, possono contribuire ad aumentare la visibilità del marchio e accrescerne così la clientela.

Un’attenzione particolare va infine rivolta alla gamification, una strategia di marketing sempre più diffusa che consiste nel coinvolgere gli utenti in un’iniziativa lanciata da un brand attraverso il lancio di concorsi a premi o giochi, aumentando così la brand awareness. 

L’importanza del contatto fisico

Con la crescente diffusione degli e-commerce, molti hanno predetto il declino dei negozi fisici. In realtà, anche grazie al successo che sta riscuotendo il phygital marketing, non si tratta tanto di dire addio ai tradizionali store, quanto di ripensarli in chiave contemporanea. Ecco allora che il negozio diventa un luogo speciale, dove realtà fisica e virtuale si integrano offrendo un’esperienza unica per il cliente, che in questo modo si trasforma non più in semplice acquirente ma nel protagonista di un’avventura intimamente legata con l’evoluzione e il futuro del marchio a cui ha scelto di accordare la propria fiducia. 

Non si tratta, quindi, di eliminare il mondo fisico e gli eventi dal vivo, ma di sfruttare tutte le potenzialità del mondo digitale per creare un’esperienza personalizzata, coinvolgente e indimenticabile. Johannes offre la possibilità di creare eventi phygital di successo e di integrare tutte le potenzialità del mondo digitale agli eventi dal vivo, creando un’esperienza personalizzata, coinvolgente e indimenticabile.